Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK

NEWS

13/12/2018  -  BARBERA D'ALBA BRICCOMACCHIA COMPIE 25 ANNI E CAMBIA VESTE

Tre buoni motivi per gustare la nuova annata di Barbera d'Alba Briccomacchia 2017:
- perchè compie 25 anni ed esce con una nuova etichetta
- perchè è multi premiata negli anni ai più noti concorsi internazionali
- perchè è uno dei nostri vini preferiti!

Report vendemmia 2018
01/12/2018  -  Report vendemmia 2018

L’annata 2018 si è aperta con un inverno lungo e ricco di precipitazioni che hanno ristabilito la dotazione idrica del suolo che si era affievolita a causa dell’andamento climatico dell’annata precedente. La stagione invernale si è protratta fino all’inizio del mese di marzo con temperature inferiori alla media degli ultimi anni, portando ad una ripresa vegetativa della vite lenta e graduale, che si è completata alla fine del mese stesso. Il germogliamento è stato uniforme senza i problemi dovuti alle gelate tardive. La primavera è proseguita nel segno di quanto osservato a fine inverno, con precipitazioni frequenti e temperature non elevate, lasciando presagire un’annata che si sarebbe sviluppata secondo tempistiche "classiche” ed in ogni caso non anticipata come la precedente; previsioni poi confermate dal prosieguo della stagione. Tra la fine del mese di maggio e l’inizio del mese di giugno nel nostro areale viticolo, vi è stato un periodo caratterizzato da numerose perturbazioni che hanno portato abbondanti piogge, le quali hanno creato qualche difficoltà ai viticoltori dal punto di vista della gestione del vigneto. Dove non si è potuto intervenire con tempestività si sono infatti registrate problematiche legate all’insorgere di malattie fungine. La fioritura e la successiva allegagione si sono svolte in modo regolare ed in condizioni climatiche ottimali, lasciando intendere sin da subito che l’annata sarebbe stata abbondante, come, di fatto, si è poi constatato in seguito alla chiusura grappolo. Per quasi tutti i vitigni si è reso necessario intervenire con operazioni di diradamento mirate a contenere la produzione entro i limiti previsti dai singoli disciplinari di produzione. Lo sviluppo della stagione estiva è stato graduale ed a partire dalla metà di luglio le temperature si sono alzate sensibilmente, il che, accompagnato da un lungo periodo di bel tempo stabile, ha favorito la maturazione delle uve senza però determinare anticipi sulle tempistiche legate alla previsione di vendemmia. Le operazioni di raccolta sono iniziate con il mese di settembre per le uve destinate a vini spumanti per poi proseguire con la raccolta delle altre uve a bacca bianca fino al venti settembre circa. I dati a nostra disposizione indicano un tenore alcolometrico stimato non eccessivo che, unito ad un tenore in acidità sufficientemente elevato, garantisce un buon supporto alla dotazione aromatica delle bacche. Il Dolcetto è stato il primo vitigno a bacca nera ad essere vendemmiato e si presenta con un tenore in zuccheri nella media, mentre le acidità risultano essere a livelli inferiori rispetto alle ultime annate, anche se il pH nei mosti si mantiene a livelli consueti. Questo è dovuto principalmente al rapporto fra le due componenti acide principali: infatti l’acido malico si è degradato, grazie alle temperature diurne elevate di fine agosto-primi di settembre, mentre l’acido tartarico formatosi all’inizio della stagione quando le temperature più basse ne hanno favorito la sintesi, si è conservato nelle bacche in buona concentrazione. Questo fenomeno lo si è potuto constatare anche sulle altre varietà a bacca nera con maturazione più tardiva. La Barbera si è caratterizzata per un buono stato di salute pur presentando una certa eterogeneità tra vigneti dovuta principalmente al carico produttivo: laddove quest’ultimo è stato più abbondante la gestione del vigneto è stata più complessa ed anche i parametri legati alla maturazione ne hanno risentito registrando dati inferiori rispetto a quelli con una produzione meno elevata. Il mese di settembre, come ormai da qualche anno a questa parte, ha avuto un andamento climatico favorevole contribuendo alla qualità dei vini ottenuti dai vitigni con un ciclo vegetativo medio-lungo che ne hanno potuto beneficiare a pieno. Il Nebbiolo, infatti, è arrivato alla raccolta secondo le tempistiche classiche ovvero con l’inizio del mese di ottobre e le operazioni di vendemmia sono durate circa tre settimane. A differenza delle altre varietà il carico produttivo è stato contenuto con alcune situazioni che hanno visto parti di vigneto con pochi grappoli, fenomeno essenzialmente da ricondurre all’andamento climatico dell’anno precedente, in particolar modo al caldo anomalo registrato nel periodo durante il quale avviene la differenziazione delle gemme a frutto. Sia nell’areale del Barolo che in quello del Barbaresco le gradazioni zuccherine sono aumentate nell’ultimo periodo della stagione così come si è vista un’accelerazione della maturità fenolica che ha consentito di arrivare a vendemmia con parametri eccellenti. Tutto questo, abbinato ad un livello di acidità ideale, consentirà di ottenere vini armonici con un’ottima predisposizione all’invecchiamento.
In conclusione possiamo affermare che è stata un’annata di stampo tradizionale che ha richiesto attenzione da parte dei viticoltori nella gestione del vigneto consentendo di ottenere risultati superiori alle attese di inizio campagna.

http://www.langhevini.it/filemanager/news/comunicati%20vendemmia/VENDEMMIA%202018/COMUNICATO%20VENDE
24/09/2018  -  Decanter Settembre 2018

Cliccare sull'immagine per leggere un articolo sul nostro Barbaresco Riserva 2013

PROWEIN e VINITALY 2018: degustazioni in anteprima
18/03/2018  -  PROWEIN e VINITALY 2018: degustazioni in anteprima

Anche quest'anno la nostra cantina partecipa alle fiere Prowein e Vinitaly. Saremo lieti di accogliervi presso i nostri stand e presentare le nuove annate e i nuovi vini in anteprima:

Prowein: Padiglione 15 Stand B15
Vinitaly: Padiglione 10 Stand Q2

03/01/2018  -  “I migliori vini italiani di Luca Maroni, Roma 2018 ”

Cari amici, abbiamo il piacere di comunicarvi che Giovedì 15 Febbraio, in occasione dell’evento nazionale “I migliori vini italiani Roma 2018 ” , tre vini dell’azienda sono stati premiati da Luca Maroni con il massimo punteggio : 99 punti per il Barbera d’Alba doc “ Elena la Luna” 2015 , il Piemonte doc Chardonnay “ Puro “ 2015 ed il Langhe Rosso doc “ Enrico I “ 2016 . “ E’ stata l’unica azienda Italiana con tre vini premiati a 99 punti , siamo quindi fieri e lusingati del riconoscimento accordatoci ” ha replicato il Sig. Sarotto dal palco, dedicando un brindisi ai sogni ed al coraggio nel realizzarli.

12/12/2017  -  DIAMO IL BENVENUTO ai due nostri nuovi prodotti: Asti Secco e Asti Dolce

Entrambi prodotti da uva Moscato, un vitigno antico, ricco di storia e di cultura, capace di esprimere bene le caratteristiche della nostra terra, trasmettere le emozioni e creare momenti pieni di gioia. Prodotto in due versioni: Secco e Dolce per soddisfare tutti palati.

01/07/2017  -  GOODWINE NEVIGLIE 2017

L’edizione 2017 di “Goodwine Neviglie” rispetta l’originale carattere dei contenuti che ha distinto e certificato il successo dell’evento, divenendo ormai consolidata tradizione. Una miscela di gusti, parole e colori che intende porre in risalto la festa, il vino e soprattutto il concetto di territorio: una mescolanza di elementi che ha nel forum, quale punto centrale, un apice anche provocatorio e potenzialmente esplosivo, che necessariamente approfondisce e puntualmente innesca la riflessione su argomenti - attentamente scelti - che interpretano l’attualità, e l’importanza riflessa sull’economia degli splendidi luoghi modellati su queste colline.

Il 13° Convivio Enogastronomico e Culturale di Neviglie apre le sue porte venerdì 7 luglio con l’apertura della mostra di Erika Suozzo “Carte di famiglia” (ore 19) ospitata nella Chiesa dei Battuti. Segue il puntuale incontro che avvicina e confronta i vini dei diversi territori italiani: in questo caso l’enologo Lorenzo Tablino guiderà nella cena la presentazione e l’accostamento nella degustazione guidata “Le DOC di Langa incontrano le DOC di Vicenza” (ore 20.30, prenotazione entro giovedì 6 luglio)).

Nel pomeriggio di sabato 8 luglio, alle ore 17.30, presso la Chiesa dei Battuti andrà in scena l’ormai noto Forum Goodwine dal titolo “Prosecco e Asti Secco: un patto nel segno delle bollicine italiane”. L’incontro, che sarà moderato dal giornalista Filippo Larganà, propone quindi un argomento attualissimo e per certi versi delicato, di estrema importanza per il comparto dell’uva Moscato, in un momento in cui il prodotto Asti Secco sta per decollare sul mercato. Alle ore 19.30 l’Aperitivo è offerto attraversol’ospitalità della famiglia Neboli a Casa Beatrice e alle 20.30 ha inizio la “Cena in piazzetta” nella suggestiva intima cornice del borgo disegnata dai secolari ippocastani (prenotazione entro giovedì 6 luglio).

Domenica 9 luglio il paese si anima e allestisce diversi appuntamenti che invitano a trascorrere una piacevole giornata estiva immersi nello splendido paesaggio delle Langhe. Dalle ore 10 alle ore 17 è in programma l’estemporanea di pittura “Neviglie e paesaggio Unesco” goodwine#chiamal’arte. Inoltre, dalle ore 10 alle ore 18 si potrà passeggiare tra le bancarelle del “Mercatino delle cose belle e buone” e alle ore 11 sulla piazza sarà offerto l’Aperitivo. Alle ore 16.30 l’appuntamento è nuovamente alla Chiesa dei Battuti, dove avverrà la cerimonia di consegna dell’annuale premio “Caviot d’argento”; nella chiesa seguirà, alle ore 17.30, il rito della rottura del salvadanaio della solidarietà da parte dei Ragazzi di Neviglie Green: stavolta la raccolta e il nobile gesto sono rivolti alle scuole di Neive e di Mango e si concretizzano attraverso la donazione di 2 defibrillatori, azione che intende tutelare in modo particolare la salute di tutti i bambini del territorio. Alle ore 18 è prevista poi la premiazione dell’estemporanea di pittura. “Goodwine Neviglie” rinnova infine il suo annuale augurio e termina alle ore 19 con una tradizionale “Merenda Sinoira”.

INFO E PRENOTAZIONI DEGUSTAZIONE GUIDATA E CENA:
tel. 333.2527088 (Graziella Rabellino) – goodwine.neviglie@gmail.com (Ivana Sarotto)

Ci vediamo al Vinitaly
24/02/2017  -  Ci vediamo al Vinitaly

Padiglione 10 - Stand Q2

http://www.vinitaly.com/
23/02/2017  -  Siamo al Prowein

Padiglione 15 - Stand 15b15

http://www.prowein.com/
12/01/2017  -  Report Vendemmia 2016

"...In attesa di poter valutare nel concreto la reale qualità dei vini del 2016, da quanto è stato possibile verificare analiticamente, ci possiamo aspettare vini caratterizzati da un ottimo equilibrio con aromi importanti e un’eccellente struttura, anche se in alcuni casi si registreranno gradazioni alcoliche meno elevate rispetto al 2015. E’ dunque lecito attendersi un’annata dalle caratteristiche significative della quale se ne parlerà a lungo."

Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani

http://www.langhevini.it/filemanager/news/comunicati%20vendemmia/VENDEMMIA%202016/VENDEMMIA%202016.p
« Precedente  01  di  02  Successiva »