Questo sito non utilizza cookie di profilazione propri. Sono invece utilizzati cookie tecnici e di terze parti per fini operativi, statistici e pubblicitari. Per sapere a cosa servono i cookie e per impostare le proprie preferenze visitare la pagina Privacy Policy. Continuando la navigazione o chiudendo questo avviso, acconsenti all'uso dei cookie e ai termini riportati alla pagina Privacy Policy.
OK

AZIENDA

Metodi tradizionali, leggermente modificati per migliorare la meccanizzazione nel vigneto, sono seguiti dalla famiglia, con l'aiuto di lavoratori stagionali.

Una delle nostre priorità è data dall'attenzione ai vigneti, in quanto siamo fortemente convinti che il buon vino cresca in vigna e si affini in cantina.

Oggi è Roberto che amministra tutte le tenute e la produzione del vino, dal “winemaking” al lavoro in vigna. Aurora, la moglie di Roberto, si occupa del lavoro d'ufficio.

Come azienda a conduzione familiare, ognuno ha il suo ruolo all'interno, inclusi i genitori di Roberto (Maria e Angelo) i quali svolgono ancora le "attività in vigna".

STORIA

La famiglia Sarotto si stabilisce a Neviglie con l'arrivo di Giuseppe, nato a Barbaresco alla fine del 1700. Egli svolge l'attività di agricoltore praticando la coltura della vigna che lascia successivamente in eredità ai figli Giulio, Giovanni e Giacomo (1865). In seguito l'azienda agricola viene divisa in tre lotti:
Sarotto Giacomo, nostro avo, con l'aiuto del figlio Giovanni e poi del nipote Luigi Giovanni, inizia l'attività enologica che nasce e si sviluppa dal 1870 al 1930-40. Durante questi anni ci si specializza nella produzione e vinificazione del Dolcetto d'Alba, esportandolo nei primi anni del novecento anche in Inghilterra; l'esportazione avveniva allo stato sfuso, in fusti di legno. Il mercato estero si perse con l'arrivo delle guerre e con il periodo fascista. A questi fatti va aggiunta la decimazione dei vigneti da parte della "fillossera".

L'attività enologico-commerciale rimane sospesa fino al 1983. Dal 1950, si continua con il figlio di Luigi Giovanni, Angelo, la coltivazione della vite per la produzione di uva che viene però venduta ai commercianti. In questi anni fanno la loro comparsa vitigni nuovi come il Moscato, il Freisa ed il Barbera. Rimane comunque sempre il desiderio di ricominciare l'attività enologica. Questo si realizzerà negli anni ottanta, con il figlio di Angelo, Roberto, diventato Enologo nel 1984.

Dal 1981 al 1990, l'attività enologica viene ad incrementarsi fino ad arrivare al 1991 con la vinificazione della produzione totale. In questo anno si acquista un'azienda agricola nella zona del Barolo di circa 15 ettari ; da questo momento inizia la produzione di vini da invecchiamento, ampliando di conseguenza la gamma di produzione. Si inseriscono nuovi vitigni quali l'Arneis, lo Chardonnay, il Brachetto, il Nebbiolo da Barolo e da Barbaresco ed il Cabernet Sauvignon dal quale proviene uno dei vini più prestigiosi dell'Azienda, l'Enrico I° dedicato al figlio di Roberto, Enricoroberto, nato nel 1993. Dai vigneti più antichi dell'azienda, splendidamente esposti a Sud-Est, proviene invece il Barbera d'Alba Elena, questa volta dedicato alla figlia Elenapaola, nata nel 1998.

CANTINA

La nostra azienda si estende su di una superficie vitata di circa 90 ettari, dislocati in diversi Comuni dell'Albese e nel Comune di Gavi, a seconda delle DOC e DOCG in essi coltivate.

L'economia di gestione è quella diretto coltivatrice con l'ausilio di manodopera stagionale. Il tipo di coltivazione della vite è quello più tradizionale, leggermente modificato per favorire la meccanizzazione per quello che è possibile.

La cura dei vigneti è uno dei nostri massimi obiettivi in quanto siamo convinti che il buon vino nasce nel vigneto e cresce in cantina.

La cantina è inoltre dotata di un reparto di vasche per la fermentazione a temperatura controllata e di vasche termocondizionate per la conservazione dei vini dolci. Siamo inoltre provvisti di un impianto di pressatura soffice con pressa pneumatica, ed impianto di filtrazione sottovuoto nonché di filtrazione ad alluvionaggio continuo. Inoltre la nostra bottaia comprende botti tradizionali e barrique per l'invecchiamento del Barolo, del Barbaresco ed altri vini particolari. La produzione della nostra azienda comprende una vasta gamma di vini piemontesi, riuscendo sempre ad accontentare anche il più esigente dei clienti.

La commercializzazione avviene attraverso contatti diretti con importatori per quanto riguarda l'estero, mentre per il mercato nazionale siamo rappresentati da piccoli distributori o con vendita diretta in azienda.